TRAZIONE A VAPORE

La caldaia della Locomotiva a vapore
LOCOMOTIVA_VAPORE.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.4 MB
DESCRIZIONE della distribuzione a valvole "Caprotti" per macchine a vapore reversibili
valvole Caprotti.pdf
Documento Adobe Acrobat 729.5 KB
13628.pdf
Documento Adobe Acrobat 6.6 MB

La trazione a vapore FS 1905

All'istituzione delle Ferrovie dello Stato (1º luglio 1905) furono riscattate le locomotive a vapore provenienti dalle reti Adriatica, Mediterranea e Sicula

La nuova compagnia classificò le locomotive in gruppi, indicati da un numero a 3 cifre. I numeri di gruppo vennero assegnati secondo il rodiggio, secondo questo schema:

  • Locomotive con tender separato
    • rodiggio 1A1: gruppi da 100 a 103
    • rodiggio B1: gruppi da 110 a 116
    • rodiggio 1B: gruppi da 117 a 192
    • rodiggio C: gruppi da 200 a 397
    • rodiggio D: gruppi da 400 a 451
    • rodiggio 2B: gruppi da 499 a 560
    • rodiggio 1C: gruppo 600
    • rodiggio 2C: gruppi da 650 a 690
    • rodiggio 1D: gruppi da 720 a 745
    • rodiggio 1D1: gruppo 746
    • rodiggio 2D: gruppo 750
  • Locomotive-tender
    • rodiggio B: gruppi da 800 a 801
    • rodiggio B1: gruppi da 802 a 803
    • rodiggio 1B: gruppi da 804 a 815
    • rodiggio C: gruppi da 820 a 871, e gruppi 885 e 898
    • rodiggio C: gruppi da 874 a 880
    • rodiggio D: gruppi da 893 a 896
    • rodiggio E: gruppo 897
    • rodiggio C1: gruppo 900
    • rodiggio 1C: gruppo 902
    • rodiggio 1C1: gruppo 910
    • rodiggio 2C2: gruppo 915
    • rodiggio 1D1: gruppo 940

Già nel 1907,, in seguito al riscatto della rete delle Strade Ferrate Meridionali fu necessario rinumerare molti gruppi ed inserirne di nuovi, con la conseguenza che la successione dei gruppi non rispondeva più allo schema originario, fatta eccezione per la distinzione fra locomotive con tender separato e locomotive-tender.

Inizialmente, ogni locomotiva possedeva un numero identificativo a quattro cifre, di cui le prime tre corrispondevano al numero del gruppo, e la quarta a un numero progressivo; per i gruppi con più di 10 unità anche la terza cifra cresceva progressivamente, e per i gruppi con più di 100 unità anche la seconda. Ad esempio, le 394 locomotive del gruppo 215 erano numerate da 2151 a 2544, impedendo così di istituire eventuali gruppi da 216 a 254.

Successivamente, per ridurre i vincoli di questo sistema di numerazione, moltiplicatisi con l'estendersi del parco, per alcuni gruppi venne introdotto un numero progressivo a cinque cifre.

La marcatura a 5 cifre rimase fino al 6 giugno 1917 quando l'ente ferroviario nazionale decise di adottare per le locomotiva a vapore surriscaldato una nuova codifica, a sei cifre. La nuova marcatura avrebbe dovuto essere composta da due gruppi di tre cifre separate da un punto, il primo indicante il gruppo di appartenenza e il secondo il numero seriale. La nostra 68501 divenne di conseguenza 685.001.

Le locomotive erano marcate con pittura bianca sul pancone rosso frontale, e con l'apposizione di cifre in bronzo sulla fiancata. Dal 16 giugno 1919 per tutte le locomotive a vapore fu adottato lo schema del 1917. Le cifre applicate sulle fiancate vennero sostituite da una sola coppia di targhe, sempre in bronzo, di dimensione 320 per 200 millimetri, riportanti il numero del gruppo e il numero di serie. In aggiunta quasi sempre è indicato il produttore dell'unità, sulla medesima targa o su targhe aggiunte altrove (in Italia, per le locomotive a vapore, in genere sul duomo.

Durante il periodo di transizione al nuovo sistema, i numeri avrebbero dovuto essere dipinti con biacca sulle fiancate esterne della cabina.

 

Da Wikipedia Enciclopedia Libera

Istruzioni macchinisti e fuochisti.

Revisione di una locomotiva a vapore

Colllezione R. Cristian

Costruzione di una locomotiva a vapore

Addio al Vapore

Morte di una locomotiva a vapore

Abate: La locomotiva a vapore

LA LOCOMOTIVA A VAPORE

Locomotiva a vapore - Abate
Uno dei migliori volumi del genere.

Istruzione per fuochisti e macchinisti. Elementi di cultura generale sulle macchine a vapore

Collezione Rossi Cristian: Aut. Ferrovie dello Stato 1916